Makers d'Italia unitevi! VIDEO

Nasce la Fondazione Make in Italy Cdb Onlus

Sono passati tre anni dalla nascita del primo FabLab in Italia e da allora, in una mappa che continua ad allargarsi, se ne contano già quarantatré. Il quattordici febbraio, presso lo spazio Toolbox di Torino, è stata presentata la Fondazione Make in Italy Cdb Onlus che, seguendo il modello della Fab Foundation che coordina la rete mondiale dei FabLab, si propone come punto di riferimento per i makers italiani.

Gli obiettivi tracciati sono chiarissimi: essere utili creando una rete che favorisca la diffusione e la crescita del movimento; rilanciare il Made In Italy sostenendo la creatività e la manifattura; scommettere, ancor più, sulla rete e sulla cultura digitale.

Abbiamo raccolto per voi le testimonianze dei protagonisti di quest’avventura: Massimo Banzi (presidente), Carlo De Benedetti (presidente onorario) e Riccardo Luna (vicepresidente).

Carlo De Benedetti (1934, imprenditore ed editore italiano)
«Bisogna rimettere l’uomo e il lavoro al centro del nostro Paese».

Massimo Banzi (1968, maker e fondatore progetto Arduino).
«Spesso il maker italiano ha paura di crescere e si accontenta di rimanere nel suo scantinato».

Chi volesse seguire la conferenza stampa integrale, corredata di alcune immagini inerenti al Toolbox di Torino, può accedervi da qui.

Alessandro Frau
Giulia Perona
Marina Usai
@oralavora