Ecco cosa vi siete persi alla Torino Mini Maker Faire FOTO

il reportage e gli scatti di una giornata piena di scoperte, stupori e fascinazioni per un futuro sempre più vicino

Più di 60 progetti, incontri, stand, talk pubblici, dimostrazioni e laboratori. Attività per grandi e piccini. Musica, stampe 3D, trasformazione degli spazi, salvaguardia della natura, creatività al servizio della società.

Unite tutti questi elementi insieme e otterrete la Torino Mini Maker Faire che si è tenuta, per la prima volta sotto la Mole, sabato 31 maggio. Con gli smartphone in tasca e le macchine fotografiche in spalla abbiamo cercato di immortalare lo spirito e l’atmosfera di una vera e propria festa. Un incontro che celebra una comunità  aperta e accogliente, quella dei makers.

Ecco il nostro piccolo reportage fotografico:

“Lasciate ogni speranza (di annoiarvi) o voi ch’entrate”. Anche il tempo ha deciso di calarsi nel clima della giornata: un po’ scettico, titubante e coperto in mattinata; aperto, solare e sorridente d’azzurro per il resto del pomeriggio/serata.

Torino Fablab, entrata della Maker Faire.

Fablab Torino, Toolbox Coworking: entrata della Maker Faire.

Immergersi tra gli anfratti colorati di uno spazio modellato dalla creatività.  Superficie liscia al tatto, capace quasi di trasportare in un’altra dimensione…

Progetto di Caterina Tiazzoldi e dei suoi studenti

Progetto di Caterina Tiazzoldi e dei suoi studenti

Perdersi dentro la musica di una foresta quadrata. Trattenere il respiro perché sorpresi da qualcosa di talmente inaspettato da rischiare di far scivolare via dalle mani un tondo amico..

Into the wood, music maker

Into the wood, music maker

Ecco chi attua una rivoluzione nel modo del look: arrivano i vestiti che sposano i sentimenti. Sentire calore quando si è distanti, migliorare lo stato d’animo durante una guarigione, indossare se stessi per davvero. (Più un grande sorriso che non guasta mai!)

Plug and Ware, come rivoluzionare il mondo del tessile.

Plug and Wear, come rivoluzionare il mondo del tessile.

Mani che prendono vita, dita che si aprono e si chiudono rendendo l’atmosfera molto più rock.

Mano bionica capace di fare cose inaspettate.

Mano bionica capace di fare cose inaspettate.

Che chi usa le mani, più vive e calde, per disegnare altre mani, tratteggiate di orizzontali percezioni e perfette in ogni dettaglio…

L'attenzione di adulti  e bambini, la precisione di un tratto.

L’attenzione di adulti e bambini, la precisione di un tratto.

Nonostante tutta questa tecnologia, esiste solo un modo per annunciare i talk tra makers e curiosi. Un vecchio gong.. che diffonde echi e vibrazioni..

Suono ancestrale che rimbomba nelle orecchie.

Suono ancestrale che rimbomba nelle orecchie.

“Grandi ragni volanti” li ha definiti un bambino… e come dargli torto?

IMG_3827

Droni che volteggiano nel cielo di Torino

Come non si fa a voler bene alla Torino Mini Maker Faire? Soprattutto quando ti riempie di giochi e ti fa scoprire tutto quello che si può fare unendo insieme triangoli e pentagoni… 

Laboratori per bambini alla TOmmf

Laboratori per bambini alla TOmmf

C’è chi ricerca soluzioni che possano rivoluzionare le difficoltà d’esistenza. Cose belle, cose utili, cose, in fondo, sempre necessarie.

Prototipo di carrozzella interamente stampata in 3D

Prototipo di carrozzella interamente stampata in 3D

Un Maker Faire “mini” come sottolinea Massimo Banzi (insieme a Bruce Sterling) ma viva, tosta, affascinante, accogliente, rumorosa (e chi più ne ha più ne metta!). Un evento che, speriamo, possa ritornare presto…

Massimo Banzi e Bruce Sterling alla #TOmmf

Massimo Banzi e Bruce Sterling alla #TOmmf

Ludovica Lugli (@ludviclug)
Marina Usai (@marina_usai)
Alessandro Frau (@ilmercurio85)

p.s. ecco le altre foto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *