Sonia Peronaci: "Il vero cambiamento? Dare il mio volto a GialloZafferano".

La fondatrice del sito di ricette svela gli ingredienti che l’hanno portata nella cucina del programma in onda su Fox Life.

Sonia Peronaci, milanese, classe 1967, ha il volto incorniciato dai capelli scuri, occhi grandi e luminosi. La sua ricetta più riuscita si nasconde all’interno delle migliaia di ricette, molte in video, raccolte su uno dei primi siti di cucina italiana ovvero GialloZafferano. Gli ingredienti che la rendono tale sono pochi ma ben amalgamati.

SoniaPeronaci

(fonte:www.giallozafferano.it)

Ingrediente numero 1: la famiglia, in particolare i suggerimenti della figlia maggiore e del compagno Francesco Lopes, la convince a trasformare la passione per la cucina in professione. Nel 2006 nasce così il progetto di GialloZafferano.

Ingrediente numero 2: la semplicità dell’idea alla base del progetto si traduce nella creazione di un sito che unisce l’utilità di ricette ben spiegate alla chiarezza delle immagini che le accompagnano.

Ingrediente numero 3: “Nel 2009 eravamo quasi alla frutta”, Francesco Lopes, il compagno di Sonia, riassume così i primi tre anni d’attività. La difficoltà principale, continua, la si incontrava nelle aziende che preferivano siti simili solo per il superiore numero di traffico , a discapito della qualità. Ma come per molte ricette, il fattore esterno si rivela fortunato. In quello stesso anno Banzai, l’internet company italiana dedicata ai talenti editoriali, creativi e tecnologici italiani, è l’ingrediente necessario.

Ingrediente numero 4: “Metterci la faccia”. Sonia è il componente umano del prodotto virtuale. La sua faccia in foto e video è ciò che permette il legame con gli utenti appassionati di cucina che partecipano attivamente alla community del sito e sui social. Grazie anche al volto di Sonia certi numeri sono lievitati: oltre 43,9 milioni di page views, più di 4,2 milioni di utenti unici al mese (dati Audiweb – View di Febbraio 2014).

10157148_10203480904200249_729464255_n

Sonia Peronaci e Francesco Lopes durante lo speech tenuto domenica 30 marzo presso I3P, in occasione dell’ultimo giorno di Statup Weekend.

Ingrediente numero 5: “Avere un cuore”, per Sonia qualsiasi progetto deve averne uno e puntare sul lato umano. Il suo è dunque un piatto caldo che si prepara in sede, in due diverse cucine: la prima è quella della sperimentazione vera e propria dove lei e professionisti danno sfogo alla creatività. La seconda, illuminata da luci da set, pur restando una cucina vera, è utilizzata per le riprese delle oltre 662 video ricette inserite sul sito.

Ingrediente numero 6: “L’interazione” del gruppo è complicato quanto non far impazzire la maionese. Il lato duro del suo lavoro, spiega la Peronaci, è anche questo: saper creare un gruppo, motivarlo, mandar via (a malincuore) persone (anche brave nel proprio lavoro) ma che non sanno relazionarsi. È un mondo che bisogna tenere insieme con equilibrio. La sua energia si concentra nella realizzazione di un posto di lavoro caloroso, uno di quelli dove hai voglia di stare e di tornare, dove alle volte si finisce tardi e attorno al tavolo consumando i prodotti (delle aziende con cui si collabora) preparati in nuove ricette. L’interazione è fondamentale anche sui social perché, sottolinea Sonia, è importante che ogni utenti ricevi risposta e quindi avverta la presenza di persone dall’altro lato. Sono tutte ragazze giovani, non superano i 30 anni, quelle che ci lavorano con impegno ed entusiasmo. E lo fanno in particolare da agosto fino a dicembre, nei sei mesi più attivi durante i quali, dalla sua nascita, il sito raddoppia il traffico rispetto all’anno precedente.

Ingrediente numero 7: “Restare fedeli a se stessi” è ultimo solo in questo elenco ma è l’aspetto forse principale, quello che ritorna più spesso, col quale i fattori esterni vanno a scontrarsi. È necessario, in qualsiasi campo lavorativo, guardarsi attorno, cercare di capire la velocità e reggere il passo con ciò che succede fuori. GialloZafferano, seguendo questa linea, nel corso degli anni, si è arricchito di blog scritti dagli utenti stessi, forum, speciali, una App per diversi device e di un club online a registrazione gratuita, che offre una serie di vantaggi esclusivi alla community. Eppure, ribadisce Sonia, è fondamentale perseguire la linea scelta dall’inizio del proprio percorso.

In conclusione: essere il primo sito di cucina in Italia, raggiungere più di 4 milioni di utenti, 544.513 Mi piace e 53.775 Ne parlano su Facebook, 40300 follower su Twitter al profilo GialloZafferano, 15100 follower invece al profilo personale, è il risultato della riuscita ricetta che ha portato Sonia Peronaci da novembre scorso in onda sul canale 114 di Sky col programma In cucina con Giallo Zafferano.

[email protected]

  • Andreina Repetti

    sei troppo brava, direi la migliore..Andreina Repetti.

  • Mahée Ferlini

    Molto brava!!