Torino città d'impresa: 20 leggendarie aziende, ancora in attività, nate sotto la Mole.

Da Caffarel (1826) a Bitron (1955), passando per La Stampa, Fiat, Costadoro e tante altre. Grazie alla cronologia di dipity ecco il meglio dell’imprenditoria torinese degli ultimi 200 anni.

Uscita degli operai dagli stabilimenti Fiat, Torino, 1931 (Archivio e centro storico Fiat, fondo iconografico). Fonte: http://imprese.san.beniculturali.it/

Uscita degli operai dagli stabilimenti Fiat, Torino, 1931 (Archivio e centro storico Fiat, fondo iconografico). Fonte:
http://imprese.san.beniculturali.it/

Torino è, in Italia, una delle città laboratorio in cui l’innovazione trova facile incubazione e sviluppo. Eppure, in un binario parallelo di grande fascino, è un luogo che conserva delle realtà vecchissime ma che l’hanno resa famosa anche al di fuori dei confini nazionali. Aziende che hanno dato grande peso alla parola “lavoro”, ieri come oggi.

Si pensi solo a marchi come Fiat, Costadoro, Toro Assicurazioni, La Stampa, Peyrano. Sotto la Mole hanno operato molti imprenditori illuminati che hanno trasformato semplici idee in solide realtà: alcune di queste aziende hanno già compiuto cent’anni mantenendo, nel 2014, una forma invidiabile; alcune hanno subito un restyling per poter sopravvivere, rinascendo dopo periodi oscuri anche fondendosi con partner internazionali; molte di esse hanno contribuito e contribuiscono a diffondere il Made in Italy nel mondo. Tutte rappresentano, in qualche modo, un pezzo di una storia che non ha intenzione di estinguersi, una fetta d’orgoglio per il passato, presente e futuro del Capoluogo piemontese.

Il quadro che fuoriesce ha tinte particolari, diversissime fra loro, ma che danno vita a una storia leggendaria.  Un’immagine capace di rappresentare in pieno una città che ha fatto dell’ingegno e della creatività il suo marchio di fabbrica: